FiumicinoToday

Fiumicino, mamme cacciano da scuola bimba tornata dall'Africa: "Potresti avere l'ebola"

Una storia al limite della follia. Chanel, 3 anni, è stata allontanata da un gruppo di madri dei suoi compagni di classe solo perché appena tornata da un viaggio in Africa con la famiglia. Montino: "Che la paura non sfoci in discriminazione"

Foto d'archivio

Avevano paura che la piccola avesse contratto l'ebola. Solo ed esclusivamente perché era stata in Africa in viaggio con la famiglia. Una storia al limite della follia e del razzismo quella di Chanel, bimba di 3 anni lasciata fuori da una scuola di Fiumicino perché le mamme dei suoi compagni di classe non la volevano. 

La bambina tornava da una vacanza in Uganda insieme alla mamma e alla sorella, e si è vista sbarrare le porte da un gruppo di madri. "Abbiamo passato giorni di angoscia - ha raccontato in esclusiva a In terris il papà, Massimiliano - Eppure non c'era alcun motivo reale per poter solo immaginare qualche rischio. L'unica spiegazione è che venivamo dall'Africa. Ma l'Uganda non è un Paese contagiato, e comunque prima di partire, esattamente il giorno prima, ho fatto fare alle mie figlie tutte le analisi necessarie a stabilire la loro totale buona salute. Non solo, ma mia figlia non ha avuto alcun sintomo particolare, nè una febbre nè un raffreddore. Ciò che è accaduto è pura follia...".

Già, non c'era neanche un elemento concreto che giustificasse un simile allarmismo. Addirittura le mamme hanno imposto una legge nuova: o lei, o gli altri. Se Chanel fosse entrata in aula sarebbero usciti i suoi compagni di classe. Di più: i 21 giorni di incubazione della malattia sono stati presi come parametro per calcolare quando la piccola avrebbe potuto rioccupare il suo posto tra i banchi. 

Cosa avvenuta invece questa settimana grazie alla mediazione della preside, che pure aveva garantito da parte della scuola la possibilità di entrare in classe, e che con la sua presenza ha fatto in modo di superare l'ostracismo che si era evidenziato.

“Ho parlato con la dirigente del plesso scolastico statale di Isola Sacra, che mi ha rassicurato sul fatto che, compiute le dovute verifiche, comprese quelle relative ai protocolli internazionali aeroportuali, le porte della scuola materna di via Coni Zugna sono sempre rimaste aperte per tutti i bambini, inclusa la piccola tornata dal viaggio in Uganda". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così il sindaco di Fiumicino, Esterino Montino, che ha poi lanciato un appello "per impedire che timori o paure ingiustificate, soprattutto su temi che riguardano la salute pubblica, sfocino in ostracismi e discriminazioni". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Centro commerciale Maximo, c'è la data di apertura. Primark e non solo: ecco le news sui negozi presenti

  • Torvaianica, sparatoria tra i bagnanti sulla spiaggia: ferito un uomo

  • Si spegne l’Auchan di Porta di Roma: lo spettro dell’esubero su 250 lavoratori

  • Gioca due euro e ne vince 500mila per comprare una casa

  • Referendum, come si vota? Cosa succede se vince il sì, cosa succede se vince il no

  • Coronavirus, a Roma città 131 nuovi casi. 181 in tutto il Lazio

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RomaToday è in caricamento