FiumicinoToday

Fiumicino: a 13 anni dalla morte, il Comune prepara una targa in ricordo di Renato Biagetti

La giunta comunale di Fiumicino dedicherà una targa a Renato Biagetti. Il giovane, impegnato socialmente ed in prima linea sul fronte antifascista, venne assassinato fuori una discoteca di Focene

Nella foto Renato Biagetti

Sono trascorsi quasi tredici anni dalla notte in cui, l'uscita della discoteca Buena Onda, si è tinta di rosso. Sul selciato è finito il sangue di Renato Biagetti, un giovane ingegnere colpito a morte con 8 fendenti.  C'è chi non ha mai dimenticato quell'episodio drammatico, causato dall'odio di due giovanissimi, 17 e 19 anni, dalle braccia tatuate con i simboli del fascismo.

La memoria collettiva

Per tutti questi anni il ricordo di Biagetti è stato trasmesso "con rabbia e con amore". Se ne sono fatti carico gli attivisti del centro sociale Acrobax che, in collaborazione con il Buena Onda a cavallo tra Focene e San Paolo hanno organizzato l'appuntamento  Re-Noize. Musica, sport e testimonianze, in una staffetta tra la spiaggia ed il parco Schuster, per omaggiare il giovane ingegnere antifascista.

La targa a Focene

Ora anche il Comune di Fiumicino ha deciso di fare la propria parte. Nella giornata di lunedì 12 agosto, la Giunta della città aeroportuale ha firmato una delibera. Con quest'atto ha deciso di sistemare una targa commemorativa nel luogo dove, Renato Biagetti, è stato barbaramente assassinato.

La richiesta dell'Anpi

“Con la decisione di mettere questa targa –  ha commentato il vicesindaco Ezio Di Genesio Pagliuca – abbiamo accolto la richiesta avanzata dall’Anpi di Fiumicino di ricordare, a 13 anni dalla morte, la figura di Renato Biagetti, il giovane di 26 anni che nel 27 agosto del 2006 venne ucciso all’uscita dal locale Buena Onda di Focene da alcuni suoi coetanei". 

L'impegno nel sociale 

Il vicesindaco, nell'annunciare la deceisione del Comune di Fiumicino, ha ricordato che "Biagetti era un ragazzo impegnato nel sociale e da sempre in prima linea sul fronte dell’antirazzismo, dell’accoglienza e dell’antifascismo. Scelte che, a detta degli avvocati di famiglia, portarono alla sua brutale aggressione. È anche per questo che la nostra Amministrazione ha deciso di ricordarlo con una targa a lui dedicata".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Detenuto evaso a Roma, Vincenzo Sigigliano preso dopo 6 giorni di latitanza: era da una parente

  • Alessio Terlizzi morto in un incidente a Castel Fusano, al vaglio la dinamica del sinistro

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

Torna su
RomaToday è in caricamento