FiumicinoToday

Il Ponte della Scafa riapre il 24 settembre. "Riusciremo a renderlo agibile per 30 anni"

Il tutto in attesa del nuovo Ponte della Scafa che, se tutto andrà bene, collegerà Ostia a Fiumicino in entrambe le direzioni entro il 2020

Un milione e mezzo di euro per i lavori e un mese di chiusura al traffico. Il tutto per riuscire a rendere il Ponte della Scafa agibile per i prossimi 30 anni. A darne notizia è Antonio Mallamo, Amministratore Unico di Astral spa, nel corso di un'intervista ad Astral Infomobilità: "Confermo che il 24 settembre alle ore 7 del mattino il Ponte sarà aperto al traffico in entrambi i sensi di marcia per i veicoli leggeri, inferiori alle 6 tonnellate, per i mezzi di soccorso e del trasporto pubblico".

Mallamo spiega poi l'iter dei lavori che sono iniziati tempo fa: "I primi interventi sono stati effettuati nel 2004, l'anno dopo la nascita di Astral S.p.a., e hanno interessato le murature, nello specifico le spalle del ponte ai fini del loro consolidamento. Un ulteriore intervento di consolidamento è stato attuato, poi, anche nel 2005 a causa dell'erosione del Tevere. Dal 2006 al 2016 il Ponte è stato tenuto costantemente sotto controllo con interventi di manutenzione straordinaria. Nel 2016 abbiamo deciso di fare indagini più approfondite, come la mappatura dei processi di corrosione delle armature e del degrado del calcestruzzo, il rilievo morfologico del Ponte, la verifica dei giunti di dilatazione. I risultati di laboratorio sono stati forniti dall'Università Roma Tre. All'esiti di queste indagini abbiamo rilevato che le armature esterne erano fortemente ossidate. Questa situazione di degrado di tipo "severo", non prevedibile stando al progettista incaricato, ci ha spinto a fare ulteriori indagini. Per questo motivo il 20 agosto scorso abbiamo chiuso il Ponte".

"Abbiamo iniziato subito degli interventi urgenti togliendo dalla struttura, in soli 4 giorni, 610 tonnellate di "nero", cosiddetto in termini tecnici, alleggerendo moltissimo la struttura portante stessa (per dare un'dea concreta, un mezzo dei vigili del fuoco pesa 18 tonnellate ndr). I valori sono rientrati nella sicurezza, pertanto abbiamo riaperto, a senso unico alternato e con le limitazioni del caso, il 29 agosto scorso. Non siamo rimasti mai con le mani in mano. Abbiamo lavorato incessantemente giorno e notte. - ha aggiunto ad Astral Infomobilità - In un brevissimo lasso di tempo, una manciata di giorni, siamo riusciti a fare lo scavo in alloggiamento della soletta in calcestruzzo, a realizzare 8 micropali armati, una soletta di calcestruzzo armato di 50 centimetri, il puntellamento delle travi e operazioni di pulizia generale ai fini della riapertura completa. Abbiamo assistito a strumentalizzazioni di ogni tipo, volte a creare panico immotivato tra i cittadini". 

"Con 1 milione e mezzo di euro e un mese di chiusura totale programmata del Ponte riusciremo a renderlo agibile per i prossimi 30 anni", ha concluso. Il tutto in attesa del nuovo Ponte della Scafa che, se tutto andrà bene, collegerà Ostia a Fiumicino in entrambe le direzioni (qui il progetto) entro il 2020.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento