FiumicinoToday

Casa della Salute a Palidoro: sì della Regione, presto recupero della struttura

L'ufficio tecnico della Asl in collaborazione con l'ufficio tecnico del Comune provvederanno a redigere un progetto. Il sindaco Montino: "Finalmente, quindi, potrà vedere la luce un servizio fortemente voluto sia da noi che dai cittadini"

Passi in avanti per la nuova Casa della Salute a Palidoro. Questa mattina l'Amministrazione del Comune di Fiumicino, con il sindaco Esterino Montino, ha fatto un sopralluogo all'ex presidio. Presenti anche rappresentanti della Regione Lazio, della cabina di regia della Sanità laziale e la Asl.


"Essendo arrivato il sì della Regione alla struttura e all’inserimento del programma finanziario per un importo di un milione e mezzo di euro, adesso si avviano le procedure per la bonifica,  il recupero e la ristrutturazione dell'ex presidio", ha detto Montino.

L'ufficio tecnico della Asl in collaborazione con l'ufficio tecnico del Comune provvederà a redigere presto un progetto. Finalmente, quindi, potrà vedere la luce un servizio fortemente voluto sia da noi che dai cittadini e che verrà utilizzato da una bella parte di popolazione del nostro territorio", ha concluso Montino.

Perplesso, invece, Roberto Severini dell'associazione Crescere Insieme: "Sono personalmente felicissimo che la Regione Lazio abbia inserito nel programma finanziario la ristrutturazione dell’ex presidio abbandonato di Palidoro. D’altronde, e questo dispiace che il sindaco Montino se ne sia dimenticato, io stesso insieme ad altri rappresentanti dei comitati civici del nord del Comune e al primo cittadino siamo stati in Regione lo scorso dicembre per chiedere e promuovere questo provvedimento e cercare di chiudere la trattativa. La cosa che però lascia interdetti sono i tempi. Nella dichiarazione del sindaco non c’è una data che sia una. Si parla genericamente di ristrutturazione, nuovi servizi, inaugurazioni senza sapere se e quando avverranno". 

"Mi perdoni il primo cittadino se di fronte a questi annunci ormai c’andiamo con i piedi di piombo, ma in questi due anni e mezzo ne abbiamo sentite così tante di promesse che ormai aspettiamo che vengano realizzate per esultare. Potenziamento dei servizi sanitari, ristrutturazione e copertura del presidio medico di Palidoro, spostamento del mercato, illuminazione, sicurezza, opere pubbliche. Avessimo dato retta a tutto oggi vivremmo nella città con più servizi d’Italia. Purtroppo poi la realtà è diametralmente opposta. Speriamo poi che la trattativa si sia chiusa come da accordi in Regione. Di una Casa della Salute che non prevede un punto di primo soccorso dalle otto di sera alle otto di mattina, senza un potenziamento dei mezzi di soccorso (ambulanze) nel nord del Comune, non sapremmo davvero cosa farcene. A noi non serve una casupola in cui infilare qualche medico nelle ore diurne. Le promesse erano state altre: potenziamento di mezzi e personale e un punto di primo soccorso per le ore notturne. Anche qui però tutto vago", ha concluso. 

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Mafie: 93 i clan nel Lazio, 11 solo a Tor Bella Monaca. Ecco le piazze di spaccio a Roma

  • Cronaca

    Talenti, rapina in gioielleria: con auto ariete entrano nel negozio. Colpo da 50mila euro

  • Politica

    Buche, Raggi: "Noi a lavoro, ma servono fondi dal governo"

  • Cronaca

    Trastevere: prima un pugno in faccia ad una donna, poi aggrediscono e rapinano coppia gay

I più letti della settimana

  • Natale di Roma 2018: eventi, mostre e musei aperti per il 21 e 22 aprile

  • Sale sul tetto del palazzo e minaccia il suicidio: 25enne salvato dalla polizia

  • Ariccia: chiama l'amica e si getta dal ponte Monumentale, morta 29enne

  • Prende il sole nuda in spiaggia: denunciata una giovane

  • Tragedia nel parco: fa jogging e scopre corpo di donna carbonizzato a Tre Fontane

  • Week end a Roma: gli eventi di sabato 21 e domenica 22 aprile

Torna su
RomaToday è in caricamento