FiumicinoToday

Fiumicino chiude le strade: "Ama non rispetta i patti", vietato il passaggio dei tir a Maccarese

Montino: "La nostra posizione sulla trasferenza da Roma nell'impianto Ama di Maccarese è chiara, da sempre: ne chiediamo la revoca"

Fiumicino chiude le strade ad Ama. Esterino Montino, ad un anno dalla promessa disattesa di far transitare i camion di rifiuti soltanto lungo l'autostrada, ha detto basta emettendo così un'ordinanza che vieta il passaggio a tutti i veicoli di massa superiore a 15 tonnellate il transito in via Tre Denari (eccetto i mezzi del TPL, del trasporto scolastico e dell'Ati).

La goccia che ha fatto traboccare il vaso il 6 aprile scorso quando un camion Ama si è ribaltato in via dell'Olmazzeto, angolo Via Tre Denari, a Maccarese. Un incidente che certifica ancora di più come quelle strade cittadine non siano in grado di gestire un traffico intenso di mezzi pesanti, in piena Riserva Naturale Statale del Litorale Romano.

"La situazione del passaggio dei tir Ama a Maccarese è diventata, ormai, insostenibile. Centinaia di camion carichi di tonnellate di rifiuti provocano sulle nostre strade comunali problemi di viabilità. tuona il sindaco Montino - Purtroppo dobbiamo constatare che Ama ha disatteso promesse e impegni formali, avvenuti anche tramite lettere protocollate, in merito al transito dei mezzi. Ricordo che era stato lo stesso dottor Stefano Bina, ex Amministratore Delegato di Ama, lo scorso maggio, a comunicarci che i tir sarebbero passati esclusivamente per l'autostrada per andare direttamente all'impianto. E, nella stessa lettera, Ama si era resa disponibile a valutare l'esecuzione congiunta di interventi di manutenzione della viabilità ordinaria, finalizzati a mitigare gli eventuali effetti connessi al transito degli automezzi. A circa un anno da quella comunicazione i tir continuano a passare per Maccarese".

Montino è stanco e così passa all'azione con l'ordinanza che dispone il divieto di transito per tutti i veicoli di massa superiore a 15 tonnellate in via Tre Denari, eccetto i mezzi del TPL, del trasporto scolastico e dell'Ati, ad esclusione del tratto compreso tra via Gastinelli e via dell’Olmazzeto. Un primo atto che impone ai camion dell'Ama di percorrere l'autostrada senza più passare davanti a scuole, nei pressi della stazione ferroviaria di Maccarese e su diverse strade comunali e centri abitati del nostro Comune.

"Ma se la situazione non dovesse cambiare sarò costretto ad emettere ulteriori provvedimenti. Perché la mia posizione e quella di questa Amministrazione sulla trasferenza da Roma nell'impianto Ama di Maccarese è chiara, da sempre: ne chiediamo la revoca", continua Montino che poi spiega: "Il Comune di Fiumicino, con un atto del Consiglio, si era dichiarato contrario al rilascio dell'Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) sull’Impianto AMA di Maccarese. Avevamo espresso la nostra posizione nel corso di una conferenza dei servizi tenutasi presso la Regione, allo scopo di mettere in atto tutte le misure percorribili, dal punto di vista tecnico, nonché delle normative vigenti, in materia di controllo e salvaguardia, a tutela del nostro territorio e dei suoi abitanti. Un parere giunto apportando delle motivazioni ben precise. Trasferenza autorizzata temporaneamente in attesa di Rocca Cencia, ma dopo che l'Amministrazione capitolina ha detto no al nuovo impianto, senza fornire alternative, il risultato è che il provvisorio rischia di diventare definitivo. E non possiamo accettarlo".   

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Detenuto evaso a Roma: portato al Pertini per un controllo scappa. Caccia all'uomo: elicottero in volo

  • Getta rifiuti, ma il sacco è nero e non trasparente: multato per aver violato l'ordinanza Raggi

  • Sistema la spesa in auto e viene centrata da una jeep in retromarcia: morta un'anziana

  • Via Battistini, auto della polizia finisce ribaltata dopo scontro con Smart: 4 feriti

  • Metro A chiusa ad agosto, terza fase dei lavori: niente treni tra Termini e Battistini

  • Rischia di soffocare in un'osteria a Peschici: salvato da un turista romano

Torna su
RomaToday è in caricamento