FiumicinoToday

Irregolarità nella metà degli stabilimenti: 100 mila euro di multe. Fari su Fregene e Focene

Personale della Divisione Amministrativa e Sociale ha intrapreso un'attività di serrati controlli a carico degli stabilimenti balneari presenti sul litorale di tutta la provincia di Roma

La metà degli stabilimenti del comune di Fiumicino presenta irregolarità. E' quanto hanno accercato gli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale della Polizia di Stato, unitamente alla Capitaneria di Porto di Fiumicino e a personale dell'Ispettorato del lavoro, che hanno controllato i lidi nell'operazione denominata 'Bagnasciuga'.

Dall'attività svolta, sono emerse irregolarità nel 50% delle strutture controllate ed elevate in totale 31 sanzioni amministrative per complessivi 100 mila euro.

Sono state elevate sanzioni a carico di quattro stabilimenti, di cui due di Fregene e due di Focene, per la violazione della  vigente ordinanza di sicurezza balneare, emessa dalla Capitaneria di Porto, per l'assenza del personale addetto (bagnini di salvataggio) e per gravi carenze delle dotazioni di sicurezza.

All'interno di un noto stabilimento balneare  sul lungomare di Fregene sono stati trovati all'interno del ristorante prodotti alimentari congelati privi di etichettatura e documentazione di tracciabilità, potenzialmente nocivi per la salute o mal conservati, oltre a carenze igienico-sanitarie della cucina priva dei sistemi di protezione dainsetti.

Per tali ragione si è proceduto al sequestro di oltre un quintale di pesce congelato per un valore di diverse migliaia di euro, ed alla relativa segnalazione alla locale A.S.L.per i provvedimenti di competenza per le carenze igieniche riscontrate.

In 3 attività è stata riscontrata la presenza di lavoratori in nero, costituenti oltre il 20% del totale complessivo dei dipendenti, tanto da far notificare immediatamente il provvedimento di sospensione dell'attività,  con l’emissione di sanzioni per un totale di 20 mila euro.

I controlli straordinari di predetta area hanno permesso anche di scoprire come all'interno di uno stabilimento balneare di Focene, era stata attivata un'attività ricettiva abusiva sprovvista di qualsiasi autorizzazione, delle cabine erano state trasformate come vere e proprie camere per il pernotto, affittate alla clientela, motivo per cui si sta provvedendo all'emanazione di  un ordine immediato dicessazione.

i controlli volti a tutelare la sicurezza dei bagnanti e la salute dei consumatori proseguiranno per tutta l'estate.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto Paco Fabrini a 46 anni in un incidente: da piccolo interpretò il figlio di Tomas Milian

  • Weekend a Roma: gli eventi di sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Metro B chiusa, cambiano gli orari per i week end di ottobre

  • Quando si possono riaccendere i termosifoni? Ecco date e orari

  • Metro A, interventi su scale mobili e ascensori: chiude per tre mesi la fermata Baldo degli Ubaldi

  • Granfondo Campagnolo, dal Colosseo ai Castelli Romani: strade chiuse e bus deviati

Torna su
RomaToday è in caricamento