FiumicinoToday

Irregolarità nella metà degli stabilimenti: 100 mila euro di multe. Fari su Fregene e Focene

Personale della Divisione Amministrativa e Sociale ha intrapreso un'attività di serrati controlli a carico degli stabilimenti balneari presenti sul litorale di tutta la provincia di Roma

La metà degli stabilimenti del comune di Fiumicino presenta irregolarità. E' quanto hanno accercato gli agenti della Divisione Amministrativa e Sociale della Polizia di Stato, unitamente alla Capitaneria di Porto di Fiumicino e a personale dell'Ispettorato del lavoro, che hanno controllato i lidi nell'operazione denominata 'Bagnasciuga'.

Dall'attività svolta, sono emerse irregolarità nel 50% delle strutture controllate ed elevate in totale 31 sanzioni amministrative per complessivi 100 mila euro.

Sono state elevate sanzioni a carico di quattro stabilimenti, di cui due di Fregene e due di Focene, per la violazione della  vigente ordinanza di sicurezza balneare, emessa dalla Capitaneria di Porto, per l'assenza del personale addetto (bagnini di salvataggio) e per gravi carenze delle dotazioni di sicurezza.

All'interno di un noto stabilimento balneare  sul lungomare di Fregene sono stati trovati all'interno del ristorante prodotti alimentari congelati privi di etichettatura e documentazione di tracciabilità, potenzialmente nocivi per la salute o mal conservati, oltre a carenze igienico-sanitarie della cucina priva dei sistemi di protezione dainsetti.

Per tali ragione si è proceduto al sequestro di oltre un quintale di pesce congelato per un valore di diverse migliaia di euro, ed alla relativa segnalazione alla locale A.S.L.per i provvedimenti di competenza per le carenze igieniche riscontrate.

In 3 attività è stata riscontrata la presenza di lavoratori in nero, costituenti oltre il 20% del totale complessivo dei dipendenti, tanto da far notificare immediatamente il provvedimento di sospensione dell'attività,  con l’emissione di sanzioni per un totale di 20 mila euro.

I controlli straordinari di predetta area hanno permesso anche di scoprire come all'interno di uno stabilimento balneare di Focene, era stata attivata un'attività ricettiva abusiva sprovvista di qualsiasi autorizzazione, delle cabine erano state trasformate come vere e proprie camere per il pernotto, affittate alla clientela, motivo per cui si sta provvedendo all'emanazione di  un ordine immediato dicessazione.

i controlli volti a tutelare la sicurezza dei bagnanti e la salute dei consumatori proseguiranno per tutta l'estate.

Potrebbe interessarti

  • Imprenditrice cinese spende undici milioni di euro per una villa a due passi da Villa Borghese

  • Bonus idrico: cos'è e chi può usufruirne

  • Centrifughe e frullati: eccone 8 da provare nell'estate romana

  • Mercato immobiliare Roma: atteso un consolidamento delle compravendite, ma valori ancora in calo

I più letti della settimana

  • Condomini aspettano i ladri sul terrazzo, li bloccano nel palazzo e li consegnano alla polizia

  • Incidente a Primavalle: si ribalta con la Porsche e scappa lasciando donna agonizzante in auto

  • Sciopero a Roma: mercoledì 24 luglio a rischio bus, metro e tram. Gli orari

  • Blindati della polizia alla scuola di via Cardinal Capranica: notte d'assedio, in mattinata lo sgombero

  • Roma, incendio in via Appia Nuova: brucia autodemolitore, alta colonna di fumo nero in cielo

  • Metro A, nel week end chiude la tratta tra Colli Albani e Anagnina

Torna su
RomaToday è in caricamento